Accedere al kernel di NetBSD tramite sysctl


Da qualche anno i *BSD dispongono di un potentissimo mezzo per gestire i parametri del kernel: sysctl. In questo articolo ne esaminiamo le caratteristiche più importanti utilizzandolo con NetBSD

NetBSD: decine di piattaforme per un solo sourcetree


In questo articolo introdurremo il concetto di portabilità di un sistema operativo e vedremo che un sistema che funziona su più piattaforme non necessariamente è da considerarsi portabile. Inoltre scopriremo anche come sia possibile manutenere 55 architetture con un solo albero di sorgenti, in una parola: NetBSD

SimplyMepis, Trustix, Ark Linux, Mandriva da testare, un mix BSD…


FreeBSD, PC-BSD, DragonFlyBSD e NetBSD 3.0 ce n’è per tutti i gusti.

Ma anche ArkLinux, Mepis, Trustix, Mandriva e le piccole DamnSmall Linux e PuppyLinux.

Inoltre KDE3.5 e tanto tanto software utilissimo !

NetBSD: lo Unix che gira su tutto…


NetBSD è uno Unix con un obbiettivo ambizioso: essere portabile per il maggior numero di piattaforme possibili.

Post precedenti »