La grossa palla di fango


Big ball of mud” (BBOM), che il titolo di questo post italianizza, è un articolo molto interessante del 1999 ad opera di Brian Foote e Joseph Yoder, reperibile a questo indirizzo.

L’articolo descrive le caratteristiche dei sistemi informatici o applicazioni che non abbiano alcuna architettura distinguibile. Mentre dalla Scienza dell’Informazione le nuove leve attingono i design pattern, ovvero i modi di progettare il software secondo regola d’arte per varie classi di problemi in modo da massimizzare la probabilità di successo di un progetto, nel BBOM sono visibili numerosi anti-pattern. Questi sono modi di fare le cose che portano a un quasi sicuro fallimento, o altrimenti a un aumento spaventoso dei costi.

[Leggi tutto →]