Linux @ Work n° 71


Linux sul 62% del mobile nel 2015, IBM passa a Firefox, Linaro.org: uniformare ARM per Linux, Intel porta Android 2.2 su x86

Poulsbo: un’occasione mancata


Intel_questionPoulsbo è una ridente cittadina nello stato di Washington, USA.

Poulsbo è una spina nel fianco di coloro che, acquistato un netbook, vogliano vedervi funzionare Linux con prestazioni grafiche decenti. Infatti è il nome in codice del sottosistema grafico integrato in chip come l’US15W. Sottosistema non ancora supportato dalle varie distribuzioni Linux: o meglio, il supporto si limita al lento framebuffer, su processori Atom che già di per sé (e per progetto) non sono mostri di velocità. E’ anche noto con la sigla GMA500.

[Leggi tutto →]

Moblin e Maemo si fondono, cosa c’è dietro?


MeeGoLogoE’ di ieri la notizia della fusione tra le distribuzioni di Intel e Nokia che produrrà una nuova distribuzione: MeeGo. Questa fusione risulta alquanto singolare e inaspettata, se si pensa ai progetti coinvolti: Moblin era una distro x86-only (e ci mancherebbe, visto da chi è sviluppata), pesantemente orientata allo sviluppo su GTK/Clutter/MX e basata su RPM. Maemo era invece orientata agli smartphone Nokia, quindi architettura ARM e, nonostante la piattaforma v5 fosse basata su GTK, per la 6 si prevedeva l’utilizzo di QT (e anche qui, ci mancherebbe, visto da chi è sviluppata); oltre a questo, Maemo era basata su pacchetti DEB.

Due mondi con apparentemente pochi o nessun punto in comune… cosa ha spinto Intel e Nokia a cercare questa fusione? Facendo un passo indietro e considerando lo scenario nel suo insieme, possiamo ipotizzare che né l’una, né l’altra volessero rimanere “fuori dai giochi” del mobile nel prossimo futuro e in questo modo si completano a vicenda: Nokia avrà una controparte per i netbook, mentre Intel avrà una controparte per i cellulari.

Lo schieramento all’orizzonte sarebbe, quindi: Microsoft (Windows 7 + Win 7 Mobile), Apple (OS X + iPhoneOS), Google (Chrome OS + Android) e Intel+Nokia (MeeGo + MeeGo e/o Symbian). La battaglia si prospetta interessante.

Per chi volesse approfondire altri aspetti della fusione, sul sito ufficiale è disponibile una FAQ al riguardo.

Moblin 2.1, il futuro dei netbook secondo Intel


Abbiamo già parlato di Moblin, la distribuzione che Intel propone come base per i netbook con processori Atom. Recentemente è stata presentata la release 2.0 “final” e, insieme, la 2.1-devel, che contiene già molte novità e guarda al futuro.

myZone

[Leggi tutto →]

Progetti da tenere d’occhio


Nei giorni scorsi si è molto parlato dell’iniziativa “It’s better with Windows” (sito) che ha colpito i malcapitati netbook Asus.

Per quanto ci riguarda, dopo l’impressionante beta di Moblin 2, di cui attendiamo con ansia la release finale e di cui è già uscito uno spin-off by OpenSUSE, il prossimo progetto da tenere d’occhio è Jolicloud, una distribuzione basata su Ubuntu ed orientata al “cloud”, appunto, che permette di installare web application insieme alle normali applicazioni (un po’ sullo stile di gOS). Gli screenshot sembrano promettenti, rimaniamo in attesa dell’invito all’alpha testing per dirvi di più :)

Moblin 2 beta


Dopo aver parlato degli accordi con Novell nei giorni scorsi, oggi non possiamo esimerci dal parlare della beta di Moblin 2.

La distro mantiene le promesse che aveva fatto in alpha, mostrando tempi di boot veramente eccezionali, tanto che questa beta sul mio Aspire One impiega circa 15 secondi dal power on al caricamento completo del desktop, con tanto di connessione wifi abilitata.

Tuttavia la vera novità è l’ambiente grafico che fa la sua prima comparsa in pubblico. Dobbiamo dire che non vedevamo un tale salto di qualità da molto tempo: se qualcuno (specialmente chi si trova a fare i conti con driver proprietari per la propria scheda video) pensa che l’ambiente grafico sotto Linux sia lento dovrà ricredersi. Grazie alle librerie Clutter che forniscono una base accelerata in opengl per l’interfaccia grafica, è possibile fare uso di numerosi effetti (trasparenze, ombre, animazioni) con prestazioni di tutto rispetto, anche tenendo conto della ridotta capacità dell’hardware dei notebook.

Durante i nostri test siamo riusciti ad installare RecordMyDesktop per darvi un assaggio dell’ambiente di Moblin:4784716

Novell, Intel ed i male informati


E’ di qualche giorno fa l’annuncio della collaborazione tra Novell ed Intel per promuovere l’adozione della piattaforma Moblin sui dispositivi mobile/handheld.

Qualche male informato ha scritto che questo potrebbe rappresentare un problema per (open)SuSE, ma chi conosce il progetto Moblin sa bene che al momento questo è costituito per lo più da patch per migliorare i tempi di boot ed il risparmio energetico, oltre a una serie di librerie, ancora in fase di sviluppo, per l’accesso al sistema grafico.

Queste modifiche e migliorie potranno essere inglobate in un opportuno ramo di sviluppo di SuSE, come è già stato fatto da Ubuntu per il Netbook Remix e non potranno che portare benefici a Novell!

Rimaniamo in attesa di una (open)SuSE per netbook…!

Kernel News n° 66


I problemi delle schede Intel: di chi è la colpa?

Post precedenti »