Linux&C. 41 in edicola!


Copertina41
DVD41_2
DVD41_1

Finalmente in edicola il nuovo numero!

Firewall con Linux (2003)


Mi hanno chiesto se era possibile rendere disponibile il pocket sui Firewall che allegammo anni fa (Linux&C. n. 34!!)… ho chiesto l’ok al Direttore ed eccoci qua, il PDF (download, 1.8Mb) è stato rigenerato a partire da quello definitivo che è andato in stampa.

Buona lettura!

Linux&C. 74 in edicola!


Copertina74
DVD74_1
DVD74_2

Finalmente in edicola il nuovo numero!

  • DVD n. 74 – Fedora 15 “Lovelock” e Mint 11 “Katya”

    In questo numero, le novità di Fedora 15 che si presenta con Gnome 3 e di Mint 11, che invece rimane col “tradizionale” Gnome 2.

  • L’AGCOM e i controllori fuori controllo

    Puntuale come sempre ritorna la (aperiodica) querelle tra chi vorrebbe un web più controllato in modo da evitare violazioni di legge (soprattutto in tema di diritto d’autore, sfruttamento sessuale dei minori, terrorismo e gioco d’azzardo) e chi, invece, rivendicando la natura decentrata dell’informazione circolante in internet, vede con preoccupazione ogni possibile forma di controllo che, seppur legittimata da un punto di vista giuridico in quanto promanante dallo Stato, potrebbe facilmente prestarsi a derive censorie che è meglio evitare ab initio. Come suol dirsi: “di capitare non capita, ma se capita……”.

  • Virtualizzazione: a confronto le soluzioni Open KVM, XEN e VirtualBox

    La virtualizzazione è uno dei trend più importanti dell’informatica: il mondo Open Source è in prima linea con soluzioni estremamente efficaci.

    Questa tecnologia permette di semplificare operazioni come monitoring ed amministrazione dei sistemi virtuali (server consolidation). Ci sono molte altre possibili finalità: la creazione di ambienti in cui far girare applicazioni legacy (application consolidation) o per il debugging durante lo sviluppo di porzioni di codice critiche (driver, sistemi operativi, ecc.), ambienti con hardware emulato (non presente nella macchina fisica), scenari di test complessi e costosi da riprodurre, ambienti separati per isolare applicazioni insicure (sandboxing), ecc.

  • Recensioni Acer Iconia A500 e LG Optimus Dual

    Tra le novità più interessanti riguardanti il mondo Android, sicuramente spiccano il rilascio della versione 3, nome in codice Honeycomb (ma mentre scriviamo queste righe si sta tenendo il Google IO 2011, nel corso del quale è stato anche presentato Android 3.1) e l’arrivo sul mercato dei primi dispositivi dual core. Per affrontare questi temi, abbiamo deciso di approfittare della commercializzazione del primo smartphone dual core (LG Optimus Dual) e del nuovo tablet di Acer, Iconia A500, primo arrivato in Italia a utilizzare Android Honeycomb.

  • Big Blue Button: web conferencing con un click

    Capita quotidianamente di partecipare a meeting di lavoro, di illustrare una presentazione al capo o ai colleghi, oppure di seguire una lezione universitaria. Ma il costo di questi incontri, sia in termini di tempo che di costi vivi, aumenta con la distanza geografica dei nostri interlocutori.
    La Rete consente una immediata fruibilità dell’informazione e rende nulla qualunque distanza, così ci ritroviamo con il mezzo adatto per la collaborazione “multimediale” di cui parlavamo, manca solo lo strumento adatto: in questo numero vi presenteremo BigBlueButton.

  • Firewall: domare la complessità di Iptables con FERM

    Dopo aver esaminato alcuni tool per la prevenzione e l’individuazione delle attività sospette, dedichiamo questa puntata alla semplificazione della gestione delle regole di firewalling con iptables, sia in IPv4 che IPv6. Per farlo abbiamo scelto FERM (acronimo di For Easy Rule Making, http://ferm.foo-projects.org), un comodissimo tool caratterizzato da un linguaggio di definizione delle regole con una sintassi molto simile al C.

  • Creare temi e pagine personalizzate per Drupal

    Nella scorsa puntata abbiamo fatto conoscenza con Drupal e ne abbiamo visto alcune funzionalità ed alcuni moduli fondamentali. In questa seconda puntata prenderemo confidenza con la gestione dei temi: per prima cosa ne installeremo uno che rimpiazzerà quello di default per le pagine di amministrazione, poi vedremo come aggiungere alcuni moduli essenziali per lo sviluppo di temi e, finalmente, ci tufferemo nella creazione di un nostro tema e parleremo del modulo Views, vero e proprio coltellino svizzero per la realizzazione di elenchi e selezioni dei contenuti del sito Drupal.

  • IPv6: migrare la rete locale, senza rinunciare a Internet

    Nella scorsa puntata abbiamo presentato alcuni dei concetti alla base del protocollo IPv6 e siamo stati in grado di effettuare una semplice navigazione su Internet mediante un tunnel broker. In questa puntata focalizzeremo la nostra attenzione su come usare IPv6 in rete locale. Partiremo dallo scenario più comune, ossia una rete locale totalmente basata su IPv4 che abbiamo deciso di migrare al nuovo protocollo.

  • Sincronizzare al microsecondo gli host in rete locale

    Per alcune applicazioni, però, sono necessarie sincronizzazioni nell’ordine dei microsecondi: in tal caso la soluzione solo-software offerta da NTP non è sufficiente. Per ovviare a questi problemi, lo standard PTP (Precision Time Protocol) prevede la marcatura temporale dei pacchetti a livello hardware, nel dispositivo fisico di accesso al cavo, il cosiddetto phy. La precisione di sincronizzazione così ottenuta è superiore al microsecondo, ma solo tra macchine sulla stessa rete.

  • Programmare Apache Hadoop con Python

    Nell’articolo precedente abbiamo fatto conoscenza con Hadoop, l’implementazione open source in Java di MapReduce, modello per l’analisi distribuita di dati su larga scala originariamente sviluppato da Google ed abbiamo visto come installare Hadoop, configurarlo ed eseguire word count, l’equivalente MapReduce di “hello world”.
    Obiettivo di questa seconda parte è lo sviluppo di applicazioni che sfruttino un cluster Hadoop; in particolare, vedremo come sia possibile svilupparle in Python, un linguaggio che gode di notevole popolarità, principalmente grazie alla rapidità di sviluppo, alla quantità di moduli disponibili ed alla relativa facilità di estensione.

  • News Update n. 74

    Comprimere 10.3Gb in 160Mb? Si può!
    Benvenuto, Linux 3.0!
    Virtualizzazione a portata di browser
    Skype: una spina nel fianco del Free Software

  • Linux@Work n. 74

    Open Cloud: un nuovo mantra?
    OpenOffice diventa Apache Incubator Project
    Shuttleworth vuole 200 milioni di utenti Ubuntu in 4 anni
    Voci di corridoio sul futuro di Nokia

  • Kernel News n. 74

    Una prima anteprima delle novità del kernel 3.0 e della rivisitazione – a lungo desiderata da Linus – del ramo ARM

  • Schegge impazzite di cyberspazio, oggi come ieri

    Cyberwar e slogan politici, situazionismo e videogiocatori infuriati: cosa sta succedendo in rete, tra Anonymous, Lulzsec, Wikileaks, Sony, NATO e FBI?

  • Software News n. 74

    Remmina 0.9.3 – Gestire facilmente l’accesso remoto
    QtiPlot 0.9.7.10 – Potente strumento per creare grafici (a cura di Stefano Rizzi)
    Zeya 0.4 – Un player audio HTML5 per condividere la vostra musica in rete

  • Tips n. 74

    Differenze tra Linux Box, Generatore di password, Autologout, Firewall-free Access Control Lists per SSH, Uno screensaver fatto in casa, Estrarre un file remoto compresso, Wikipedia over DNS

L’AGCOM e i controllori fuori controllo


Puntuale come sempre ritorna la (aperiodica) querelle tra chi vorrebbe un web più controllato in modo da evitare violazioni di legge (soprattutto in tema di diritto d’autore, sfruttamento sessuale dei minori, terrorismo e gioco d’azzardo) e chi, invece, rivendicando la natura decentrata dell’informazione circolante in internet, vede con preoccupazione ogni possibile forma di controllo che, seppur legittimata da un punto di vista giuridico in quanto promanante dallo Stato, potrebbe facilmente prestarsi a derive censorie che è meglio evitare ab initio. Come suol dirsi: “di capitare non capita, ma se capita……”.
[Leggi tutto →]

Anteprima copertina n° 74


La rivista è quasi pronta, stiamo mettendo insieme gli articoli nel master definitivo e facendo le ultime bozze. La copertina non è ancora definitiva (probabilmente ci lavoreremo ancora), ma gli argomenti non cambieranno, quindi ecco un’anteprima!

(al solito, un click per ingrandire)

Linux&C. 39 in edicola!


Copertina39
DVD39_2
DVD39_1

Finalmente in edicola il nuovo numero!

Linux&C. 73 in edicola!


Copertina73
DVD73_2
DVD73_1

Finalmente in edicola il nuovo numero!

  • Nei DVD del n. 73: CentOS 5.6 e Ubuntu 11.04 Natty Narwhal

    CentOS 5.6 è un solido upgrade per chi usa CentOS 5.x, mentre Ubuntu 11.04 introduce molte novità, tra cui il nuovissimo ambiente grafico Unity

  • Il mobile del futuro…

    Il mercato dei dispositivi mobili sta diventando sempre più interessante e movimentato: il numero dei cellulari venduti nel 2010, stando alle stime di Gartner pubblicate a febbraio 2011, ha raggiunto la mirabile cifra di 1 miliardo e 600 milioni di device per il solo 2010, con un incremento di oltre il 30% rispetto al 2009: questi dati, però, comprendono anche tutti i cellulari di fascia bassa, con pochissima ram, un processore con prestazioni minimali e con sistemi operativi generalmente proprietari.

    Limitando l’analisi ai cosiddetti “Smartphone”, i dispositivi più costosi dove c’è un margine più elevato per i produttori, i dati Gartner evidenziano una situazione che ho riassunto nei due grafici comparativi che vedete in questa pagina: a fronte di un venduto che è cresciuto di oltre l’85%, Nokia perde quasi il 10% di share (dal 47% al 37.6%), insieme con BlackBerry che scende di 4 punti percentuali, dal 20% al 16%, e Microsoft dimezza la propria quota di vendite (dall’8.7 al 4.2).
    Il vincente per il 2010 è senza dubbio Android, che passa da un 4% scarso a poco meno del 23% (5.5x la crescita) con Apple che guadagna qualcosa, ma soprattutto, grazie all’uscita di iPhone 4, non indietreggia, consolidando un mercato ormai maturo (sono passati 4 anni dal primo modello della serie).

  • Software News n. 73

    Pencil 3.2.0, LibreOffice 3.3 vs OpenOffice.org 3.3, Back in Time 0.9.26

  • Apache Hadoop: suddividere i dati ed il lavoro per battere il “diluvio di dati”

    Hadoop è la risposta open source alle tecnologie MapReduce e Google File System di Google: una soluzione ideale per le applicazioni data-driven

  • NoSQL: database di nuova generazione pensati per il web

    Memcached ha dato il via alla serie, se ne sono aggiunti a decine (Wikipedia ne conta oltre trenta), ognuno con i suoi pro e contro. Facciamo una panoramica sui più famosi e su che strutture dati propongono.

  • Host Intrusion Detection con Samhain e RKHunter

    Se, nonostante tutte le nostre attenzioni, un attaccante riesce avere accesso al sistema, è importante poter tenere traccia delle modifiche eseguite…

  • XPort-Pro: un server web sulla punta di un dito!

    L’XPort Pro è un sistema embedded in grado di offrire un server web con supporto CGI in uno spazio grande poco più di una presa Ethernet…

  • IPv6: cosa c’è da sapere sull’Internet Protocol del futuro

    Già dai prossimi mesi si vedranno le prime iniziative per il passaggio della rete Internet al protocollo IPv6: eppure il problema era noto da tempo…

  • Interfacciarsi col mondo esterno: Asterisk e la PSTN

    In questo articolo vedremo come interfacciare il nostro PBX Asterisk con “il mondo esterno” tramite il trunking con un provider VoIP

  • Drupal: un Web Content Manager potente e flessibile

    Drupal è uno dei CMS Open Source più noti ed utilizzati. Recentemente è stato scelto anche per il sito della Casa Bianca… vi spieghiamo perché!

  • Il meccanismo di gestione del firmware nel kernel

    Alcuni dispositivi necessitano del caricamento di un firmware per funzionare correttamente: esaminiamo i meccanismi del kernel implicati

  • News Update n. 73

    RSA vittima di un attacco, Nasce GNU Free Call, Verso un “App Store” universale per Linux?, HP preinstallerà WebOS sui propri PC?

  • Linux@Work n. 73

    Accordo tra Nokia e Microsoft: addio MeeGo?
    Red Hat risponde alle accuse riguardanti il kernel
    Possibile inchiesta antitrust contro MPEG-LA
    I problemi del LSE non dipendono da Linux

  • Kernel News n. 73

    KMS, nuovi filesystem, transparent huge pages

  • Telemele e Droidi: per me pari sono!

    Cellulari sempre più smart in mano a utenti not-so-smart con il brutto vizio di cliccare OK prima ancora di leggere il messaggio della finestra…

  • Tips ‘n’ Tricks n. 73

    Condividere una directory via HTTP, Montare una partizione specifica dall’immagine di un intero disco, WHEREIS e MAN, CHATTR e LSATTR, Una calcolatrice da riga di comando, Eseguire un comando quando il sistema è meno carico

  • Efika MX Netbook fanless, silenzioso, con batteria di lunga durata

    Abbiamo provato lo “smartbook” Efika MX di Genesi: un cuore ARM per un ultraportatile ottimo per quando si è in giro, con ben 8 ore di batteria

Il mobile del futuro…


Il mercato dei dispositivi mobili sta diventando sempre più interessante e movimentato: il numero dei cellulari venduti nel 2010, stando alle stime di Gartner pubblicate a febbraio 2011, ha raggiunto la mirabile cifra di 1 miliardo e 600 milioni di device per il solo 2010, con un incremento di oltre il 30% rispetto al 2009: questi dati, però, comprendono anche tutti i cellulari di fascia bassa, con pochissima ram, un processore con prestazioni minimali e con sistemi operativi generalmente proprietari.

Limitando l’analisi ai cosiddetti “Smartphone”, i dispositivi più costosi dove c’è un margine più elevato per i produttori, i dati Gartner evidenziano una situazione che ho riassunto nei due grafici comparativi che vedete in questa pagina: a fronte di un venduto che è cresciuto di oltre l’85%, Nokia perde quasi il 10% di share (dal 47% al 37.6%), insieme con BlackBerry che scende di 4 punti percentuali, dal 20% al 16%, e Microsoft dimezza la propria quota di vendite (dall’8.7 al 4.2).
Il vincente per il 2010 è senza dubbio Android, che passa da un 4% scarso a poco meno del 23% (5.5x la crescita) con Apple che guadagna qualcosa, ma soprattutto, grazie all’uscita di iPhone 4, non indietreggia, consolidando un mercato ormai maturo (sono passati 4 anni dal primo modello della serie).

[Leggi tutto →]

Post precedenti »