Accesso a Internet: diritto universale o rischio mortale?


Viviamo in tempi assai strani.

Mentre, da un lato, nazioni che si trovano ai primi posti nella classifica dell’Indice di Sviluppo Umano dichiarano Internet un diritto universale e chiedono l’accesso a banda larga per tutti i loro cittadini, dall’altro troviamo un panorama desolante: l’accesso alla rete è sempre più controllato e censurato, non solo nei regimi e nelle dittature, ma anche in alcune di quelle che si definiscono “moderne democrazie occidentali”.
[Leggi tutto →]

Firewall con Linux (2003)


Mi hanno chiesto se era possibile rendere disponibile il pocket sui Firewall che allegammo anni fa (Linux&C. n. 34!!)… ho chiesto l’ok al Direttore ed eccoci qua, il PDF (download, 1.8Mb) è stato rigenerato a partire da quello definitivo che è andato in stampa.

Buona lettura!

Nokia sceglie Microsoft per i suoi Smartphone


La grande notizia dell’ultima settimana è che Nokia ha instaurato una partnership con Microsoft e che userà Windows Phone 7 per gli smartphone.

La scorsa settimana era circolato un memo interno del nuovo CEO Nokia che parlava della società come un uomo su una piattaforma petrolifera nel Mare del Nord in fiamme, che deve decidere se saltare nelle acque gelide o rimanere e aspettare i soccorsi. Da subito si è parlato di un passaggio ad Android o Win Phone, con le probabilità orientate verso quest’ultimo da conferme di Bloomberg e del Wall Street Journal di possibili discussioni tra Nokia e Microsoft, fino alla conferma definitiva.

[Leggi tutto →]

La difficoltà di mantenere il focus


Fedora LogoFedora è una delle distribuzioni desktop più apprezzate. Sponsorizzata da Red Hat, che la usa come anche testbed per le sue nuove tecnologie prima di integrarle in RHEL, è sempre stata una distribuzione orientata ai “power user”, che apprezzavano soprattutto la possibilità di poter disporre di tutte le ultime novità dell’Open Source.

Ultimamente, però, Fedora sta faticando a mantenere un focus preciso. Da un lato c’è la tendenza a perseguire un pubblico più ampio sul fronte desktop o, come è stato scritto in un post, “diventare una seconda Ubuntu”. Dall’altro lato, invece, ci sono le pressioni (dirette o indirette) del ramo enterprise, basti pensare che oggi Fedora 14 (che gli sviluppatori stessi sconsigliano di adottare sui server) è stata rilasciata ufficialmente per i sistemi s390 di IBM.

Quale ramo prevarrà? Oppure ci sarà un fork e nascerà una nuova distribuzione?

Novità gustose dal fronte Libre Office


LibreOffice è il fork di OpenOffice.org che molto ha fatto parlare di sé negli scorsi mesi. Mentre sta per uscire la release 3.3, si inizia a parlare del futuro e, in particolare, sono usciti dei mockup estremamente interessanti per quel che riguarda un totale rifacimento dell’interfaccia, che tenga conto del formato degli schermi, che sono ormai quasi tutti 16:9 o 16:10, per cui si pensa di sfruttare lo spazio orizzontale per i comandi:

Viene proprio da dire: finalmente qualcosa di nuovo! Gli altri screen si trovano nella gallery dell’autore su DeviantArt.

Disabilitare Bluetooth al boot


Alcune distribuzioni (in particolare Ubuntu 9.04+) non salvano lo stato del bluetooth allo spegnimento, per cui si dovrà spegnerlo ad ogni avvio con l’apposito bottoncino o combinazione di tasti.

E’ possibile simulare la pressione di tali tasti con il comando:

rfkill block bluetooth

Volendo è possibile aggiungere tale comando al file /etc/rc.local per eseguirlo automaticamente al boot.

Questa soluzione è ottimale perché non richiede di disabilitare il servizio, per cui il bluetooth potrà essere riattivato quando necessario senza problemi.

fonti: Launchpad, blog

Playstation 3: l’eterna lotta tra i buoni e i cattivi


In Dicembre, al ventisettesimo Chaos Communication Congress a Berlino, il team Fail0verflow ha presentato l’attacco che gli ha permesso di risalire alla chiave privata di Sony, con cui è possibile creare firmware e software “firmati” che girino nativamente sulla Playstation 3.
La ricerca era iniziata lo scorso anno, dopo la decisione di Sony di rimuovere la possibilità di installare un altro OS sulla console, ed era unicamente mirata a ristabilire tale possibilità, come si trova scritto sul sito del team, che sottolinea anche una forte disapprovazione per la pirateria software. La scoperta della chiave, infatti, apre anche la possibilità di usare anche software pirata sulla console. E pensare che Sony aveva rimosso l’OtherOS proprio per evitare che potesse essere usato come “ponte” per attacchi al cuore della console, che potessero portare a questo genere di scenario!
Oggi è arrivata la risposta di Sony, nella forma di una denuncia al team, che ha rimosso dal sito tutti i contenuti, sostituiti dallo sconsolante messaggio “Sony sued us” (Sony ci ha denunciati), con i link ai documenti.
Resta la domanda: in tutto questo, i cattivi chi sono?

Android supera iPhone negli USA


Google Android LogoSecondo una ricerca di Techspot, Android avrebbe più utenti dell’iPhone di Apple, negli USA.

Ma la cosa ancor più importante è che il trend di crescita è di oltre il 6% contro lo 0.8% di iPhone, a discapito di RIM/Blackberry che, però, è ancora al primo posto in quanto a userbase…

Dal grafico si vede bene che Android è la piattaforma che sta guadagnando di più, mentre RIM, Microsoft e Palm sono in calo:

Sempre più Linux nel mobile… e questa primavera arrivano i tablet con Honeycomb…!

Post precedenti »